GIANCARLO PACINI

"La vena poetica di Pacini non rischia certo di affievolirsi nel tempo, di fissarsi in formule standardizzate d’effetto sicuro: l’energia psichica della sua fantasia alimenta sempre nuove immagini e figurazioni, trasforma in piccole meraviglie i più comuni oggetti trovati. Non viene mai a mancare “quell’urgenza di proiettare sulla tela o nell’oggetto quel ricco colorato mondo d’interne visioni, quel formicolare pulsante di forme in metamorfosi, che è il contenuto d’elezione della sua fantasia.

Qui l’inquietudine esistenziale, che pure si percepisce a volte come una leggerissima ombra, appare come sublimata nella dimensione spazio-temporale completamente trasformata dall’immaginario: è la tensione che spinge a continuare il viaggio di là dei punti di riferimento sicuri, oltre le tranquillizzanti certezze del senso comune, alla ricerca continua di nuove esperienze, di nuove suggestioni."

"The poetic mood of Pacini certainly runs no risk of abating over time, of becoming set in standardised formulae offering guaranteed effect: the psychic energy of his imagination continues to feed new images and depictions, transforming the most commonly found objects into little wonders. There is never any lack of “that urgency to project onto canvas, or into an object, that rich colourful world of internal visions, that pulsating swarming of forms in metamorphosis, which is the favoured content of his fancy.

Here, the existential uneasiness, which is at times perceived as an extremely faint shadow, appears sublimate in the dimension of time and space, completely transformed by the imagination. It is the tension that drives us to continue our journey beyond safe points of reference, beyond the calming certainties of common sense, in a continuous search for new experiences and new influences."

© Pacini 2010

LOGIN | Close it



User:

Password: